Noi e l’altro: un equilibrio che lascia il segno

Noi e l’altro: un equilibrio che lascia il segno

“La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo”, diceva Jim Morrison. Ho fatto mia questa frase sin dai tempi in cui la scrivevo sulle pagine del diario di scuola. Ma quale punto di equilibrio è possibile trovare tra l’ottimismo, l’ingenuità, la previdenza e il cinismo? E quali scelte ne scaturiscono?

(altro…)
Tra coerenza e flessibilità? Scelgo l’umanità!

Tra coerenza e flessibilità? Scelgo l’umanità!

Se è vero che le novità familiari e lavorative che ho affrontato negli ultimi anni mi hanno profondamente cambiata, al contempo la parte di me che mi identifica in modo più radicato è rimasta pressoché la stessa. Così oggi mi ritrovo ad essere un po’ la Lucia di sempre e altre volte un’altra, totalmente diversa da prima.

(altro…)
Daniele Z. , assistente educatore per passione

Daniele Z. , assistente educatore per passione

La disabilità più che spiegata per concetti razionali, va soprattutto raccontata nelle sue sfaccettature concrete e quotidiane; questo aiuta a conoscerla, ad entrarci con empatia, e chissà a prepararsi alla possibilità che la vita ce la faccia vivere, da protagonisti o da spettatori che sia. A raccontarci la disabilità sono spesso i disabili stessi, ma oggi ho voluto dar voce a chi con la fragilità ed i limiti umani si raffronta quotidianamente per lavoro.
Ho dato spazio a Daniele, un amico che è assistente educatore e che si racconta qui con tutta la passione che lo accompagna nel suo operare.

(altro…)