Nell’arida distanza tra la disabilità e il mondo…

incontriamoci

Per mano insieme - C'è una strada possibile fra disabilità e non
Questo blog nasce da un’amicizia, un desiderio, ed infine un sogno.

L’amicizia è quella tra noi, Romina, avvocato e mamma di un bambino speciale, che con la maternità si ritrova a vivere in un mondo che mette i disabili in un angolo, a guardare gli altri vivere, e Lucia, mamma e donna per natura attratta dalle situazioni nuove e molto sensibile alla diversità. Un’amicizia profonda, che ci fa conoscere nel senso pieno del termine e superare da un lato l’isolamento e la convinzione che l’emarginazione che crea la disabilità non possa avere soluzioni, dall’altro il timore ed il disagio di chi non conosce quel mondo dal di dentro. Questa nostra amicizia ed integrazione l’abbiamo voluta trasmettere ai nostri figli, che pur nella diversità si ritrovano e riconoscono come semplici bambini, dimostrando che la loro vicinanza è un’opportunità ed un dono per tutti.

Il desiderio è quello di aiutare i disabili e le loro famiglie ad uscire dall’angolo della propria vita per mostrarsi agli altri con ottimismo e positività, senza aver paura di essere feriti, perché chi va oltre la diversità esiste.
Il desiderio è anche quello di aiutare le famiglie “comuni” ad avvicinarsi ad un disabile e alle loro realtà familiari, senza paure o pregiudizi. Le persone speciali hanno la rara capacità di metterci in comunicazione con la parte più intima di noi stessi, e farci ritrovare: una loro carezza non la si dimentica facilmente.
Il desiderio più grande, inoltre, è che questo blog possa essere di aiuto, a disabili e non, come momento di informazione, condivisione e confronto. Nel blog troverete le nostre vite, idee, questioni burocratiche, vicende quotidiane, sconfitte ma anche successi. Troverete due mamme amiche, ma che si confrontano su tantissimi temi, pur mantenendo opinioni differenti.

Nessuno di noi è solo un disabile o un normodotato, ma ognuno di noi è prima di tutto una persona, una uguale all’altra pur nelle diverse condizioni di vita: ed è da questa consapevolezza che bisogna ripartire per trovare una via comune per disabilità e non.

Da qui il sogno:

che questi due mondi apparentemente paralleli riescano ad incontrarsi e a percorrere la strada della vita intersecandosi, imparando e sostenendosi a vicenda, senza inutili rivalità ma con entusiasmo ed amore per la vita… per mano, insieme.