La nostra tragicomica storia per il parcheggio disabili

La nostra tragicomica storia per il parcheggio disabili

Che fortuna avere il parcheggio disabili, vero?
Beh, oltre al fatto che ne avrei volentieri fatto a meno insieme a tutto il “pacchetto regalo” che arriva con la disabilità… hai idea di quanto sia complicato ottenerlo?
Lo è soprattutto se nel verbale di riconoscimento dell’invalidità civile e della L. 104/92 non compare la dicitura “con capacità motorie ridotte ex art. 381”!
E se nel tempo la legge e la giurisprudenza hanno chiarito che la ridotta capacità motoria non ha necessariamente origini ti tipo fisico ma può avere anche cause psichiatriche, in chi è affidata la sua applicazione vi è ancora chi, ahimè, fa fatica a ricordarselo e ad inserire questa dicitura nei relativi verbali! 

(altro…)
Cure palliative e terapia del dolore… pediatriche

Cure palliative e terapia del dolore… pediatriche

Da madre di un bambino affetto da una malattia rara, senza cura e dalle incerte quanto precarie aspettative di vita, sento l’impellenza di parlarti di un argomento complesso, doloroso e al contempo necessario come quello delle cure palliative, della terapia del dolore e del crescente bisogno di hospice pediatrici.

Sì, perché anche se ognuno di noi sa bene che la vita è un percorso che si conclude con la morte, quando si parla del fine vita di un bambino non vogliamo sentire, guardare, pensare né affrontare simili argomenti… che invece, proprio per la delicatezza e lo strazio insito in sé, richiedono un’urgenza maggiore di molte altre questioni.

(altro…)
Solitudine o aiuto? Spesso due facce della stessa schiavitù

Solitudine o aiuto? Spesso due facce della stessa schiavitù

Mi ritrovo spesso a rimuginare sulla mia condizione di solitudine familiare, ammirando e sognando anch’io di avere quel sostegno, soprattutto pratico, che vedo nella vita di moltissime persone intorno a noi.
Ma poi le guardo bene, ci parlo e non trovo quasi mai quel sollievo e quella leggerezza che mi aspetto, mentre scorgo in loro, piuttosto, quasi sempre la stessa mia condizione: quella di sentirsi “schiavi”, seppur di “padroni” diversi.

(altro…)
Tieni il tempo

Tieni il tempo

Oggi voglio fare con te un viaggio nel tempo: non attraverso il susseguirsi dei giorni passati o futuri, ma un viaggio che tenti di indagare il nostro rapporto quotidiano con il tempo.  Lo farò in compagnia di parole speciali, quelle che alcuni cantanti hanno messo in musica su questo argomento.

(altro…)