Un dolce che nasce per caso questo e che, onestamente, mi ha stupita per la sua capacità di essere adattato alle diverse esigenze nutrizionali, senza mai deludere nel gusto.

Nel tentativo di preparare un dessert per mio nipote, che in quel periodo doveva astenersi dall’assumere il lattosio, mi sono imbattuta nella classica ricetta della torta all’acqua al cioccolato.
A dispetto di un nome poco invitante per una patita di dolci come me, il sapore invece mi ha conquistata!

Nel tempo, mi sono ritrovata con questa stessa ricetta tra le mani anche un giorno in cui, se da un lato avevo voglia di sentire il profumo di dolce appena sfornato invadere casa, dall’altro lato avevo la dispensa “semi deserta”! Mi decido a replicare quella torta, quindi, ma stavolta con un tocco in più: l’arancio!
Non ti dico che buona!

A quel punto, perché non provarla anche in versione aproteica?
Detto fatto: ecco qui una strepitosa torta al cioccolato e arance, che puoi realizzare sia con gli ingredienti tradizionali che con gli alimenti speciali per il caso in cui tu abbia necessità di seguire un’alimentazione aproteica.

Ingredienti

150 gr acqua
100 gr succo d’arancia
200 gr marmellata di arance
250gr farina (aproteica – io ho usato la farina Loprofin)
20 gr cacao in polvere (aproteico – io ho usato SchokoMaxx della Metax)
30gr olio di semi di girasole
160gr zucchero
1 bustina lievito per dolci
1 bustina vanillina

arancio tagliato a metà sopra a dei cioccolatini

Procedimento

Metti in una ciotola le polveri (farina, cacao, zucchero, vanillina) e mescolale con un cucchiaio.
Aggiungi, amalgamando con l’aiuto delle fruste elettriche, l’acqua, il succo d’arancia e l’olio.
Come ultimo ingrediente aggiungi la marmellata e continua a mescolare fino a quando avrai ottenuto un composto omogeneo.
Aggiungi, infine, il lievito.

Dopo aver imburrato ed infarinato una teglia da dolce (da 28cm circa), cuoci in forno già caldo a 180° per 20 minuti facendo la prova stecchino.
A cottura ultimata e dopo averlo fatto freddare, puoi guarnirlo con lo zucchero a velo.

Facile, vero? E un’ottima soluzione per una torta della domenica dalle mille possibilità! Buon appetito!

Condividi: